Benvenuti nel format “Meet the Speaker”, un’occasione per approfondire il percorso professionale degli speaker che saranno presenti al WomenX Impact Summit 2023.

Oggi intervistiamo Marta Bonzanini, Marketing Lead, Spain & Italy @ Airbnb.

 

 

Ciao Marta, parlaci del percorso professionale che ti ha permesso di diventare ciò che sei oggi.

 

Dopo un percorso di formazione all’estero (che consiglio caldamente come esperienza per ‘avere una marcia in più’), ho iniziato la mia carriera in Tech a Meta (Facebook) Dublino, all’alba del periodo di crescita internazionale del social network. Dopo 3 anni mi sono poi trasferita a Sydney, per iniziare un’avventura australiana che è durata 7 anni.
Penso che l’esperienza più formativa in questo periodo sia stata compiere il salto dalla grande azienda tech con un team di circa 100 persone a una start-up (Soundcloud) che stava allora muovendo i primi passi nel mercato australiano e aveva necessità di aprire un ufficio in loco, con un team di ben due persone, me compresa. Questa parentesi si è poi conclusa con un licenziamento dovuto al ridimensionamento dell’azienda, dopo il quale sono passata a ricoprire un ruolo di maggiore responsabilità e ad aprire un altra sede e team locale per un’altra start up di digital media (Smartly.io).
A Marzo 2020 durante la pandemia ho deciso di prendermi una pausa per rientrare in Italia e mi sono temporaneamente reinventata come consulente indipendente, per arrivare poi a ricoprire il ruolo di Marketing Lead in Airbnb da Aprile 2022, dove mi occupo di brand marketing per i mercati italiano e spagnolo.
Hai mai incontrato ostacoli nel raggiungimento dei tuoi obiettivi professionali? Come li hai superati?

 

Sì certo – alcuni imposti da fattori ‘esterni’, come il licenziamento di cui ho parlato prima, ed alcuni derivanti da fattori ‘interni’ e miei personali, come la famosa “sindrome dell’impostore” di cui spesso si sente parlare. Per superarli credo sia molto importante la mentalità con cui ci si approccia all’ostacolo: nello specifico, davanti a un licenziamento avevo due possibilità – o scoraggiarmi e piangermi addosso inutilmente, oppure rimboccarmi le maniche e cercare altre opportunità tramite tutti i canali che avevo a disposizione (contatti, network online, ecc.). Penso si capisca quale ho scelto alla fine?
Per quanto riguarda gli ostacoli ‘interni e personali’ che ognuno di noi si pone credo sia utile adottare una prospettiva di lungo periodo e pensare a dove potranno portare tutti i piccoli passi che facciamo giorno per giorno e accettare che non sempre il prossimo passaggio da fare ci porterà al risultato desiderato, ma che potrebbe essere uno step intermedio per qualcosa di migliore che arriverà più avanti.

 

In che modo pensi che la community di WomenX Impact possa contribuire ad abbattere gli stereotipi di genere?

 

Si dice che l’unione fa la forza e io penso che WomenX Impact sia un’ottima piattaforma per diffondere informazioni e contenuti formativi utili a favorire connessioni tra coloro che cercano di trovare la loro direzione nel mondo del lavoro e ispirazione da altri/e. Nei miei anni di lavoro all’estero ho partecipato a diversi training e conferenze con questi obiettivi e WomenX Impact è la prima community che in Italia ho visto supportare e favorire su larga scala lo sviluppo della leadership al femminile, cosa di cui in Italia si fa ancora un po’ fatica a parlare.

 

Per ascoltare lo speech di Marta, non perdere l’occasione di partecipare al WomenX Impact Summit 2023.